Cos’è


La Fibra Ottica è una tecnologia che permette di trasmettere dati ad altissima velocità, prossima a quella della luce, quando ci si connette a Internet. 

La caratteristica di non essere influenzata da disturbi elettromagnetici o condizioni climatiche, un’alta resistenza elettrica e una buona flessibilità, sono le proprietà grazie alle quali la fibra ottica permette di raggiungere una velocità di trasmissione di gran lunga superiore a quella dell’ADSL.

Negli anni settanta quella che oggi tutti chiamiamo fibra internet era impiegata a scopo decorativo per produrre lampade colorate. Da diversi decenni le fibre ottiche sono diventante una componente importante per il settore delle telecomunicazioni e delle comunicazioni. Le reti telefoniche, la rete internet, i collegamenti sottomarini intercontinentali sono in fibra ottica e il mercato è in fase di espansione. 
Le fibre ottiche, piano piano, stanno sostituendo i tradizionali cavi telefonici in rame e costituiscono oggi l’infrastruttura attraverso la quale viaggiano più dell’80% delle informazioni Internet, delle immagini televisive e delle conversazioni telefoniche in tutto il mondo.

Come funziona

 

cavi in fibra ottica permettono di trasmettere dati molto più velocemente rispetto alle performance dell’ADSL. I materiali utilizzati sono leggeri e flessibili e più capaci, rispetto ai cavi in rame, di respingere eventuali disturbi elettrici o dovuti a perturbazioni atmosferiche. 
Il meccanismo con cui viaggiano i dati è quello dello specchio tubolare. La luce che entra nel nucleo, viaggia grazie a una serie di riflessioni tra i due materiali del nucleo e del mantello. In questo modo i dati vengono trasportati tra i diversi dispositivi che devono ricevere e trasmettere i dati: i modem, i router, i server e le infrastrutture degli operatori telefonici.

I cavi in fibra di vetro o in polimeri della fibra ottica sono capaci di sfruttare una banda di frequenze molto elevata. Questo consente di trasferire dati, sotto forma di segnali di luce, con una enorme velocità di trasmissione. Tutti i più importanti operatori telefonici offrono pacchetti che includono la fibra ottica e consentono di navigare fino a 1 Giga in download.

La fibra veloce, però, è soggetta alla copertura di rete. L’infrastruttura non ha, infatti, ancora raggiunto tutte le zone d’Italia: prima di richiedere l’installazione della fibra internet è necessario verificare se la propria zona di residenza sia coperta, contattando uno tra gli operatori di telefonia che offrono questo servizio, oppure effettuando una verifica direttamente online. 

Quali sono i vantaggi della Fibra Ottica?

La maggiore velocità e stabilità di una connessione con la Fibra Ottica offre dei vantaggi non indifferenti. Soprattutto se sei interessato a usare internet per effettuare operazioni che richiedono un intenso e continuo scambio di dati. Ad esempio:

  • un’alta velocità di download, che ti permette di scaricare file molto pesanti in pochissimo tempo;
  • un’alta velocità di upload, molto utile ad esempio se devi inviare via mail allegati di grandi dimensioni;
  • stabilità e velocità nello streaming video, soprattutto se guardi filmati di alta qualità;
  • stabilità durante i videogiochi online, il che significa un ping molto basso (ovvero il tempo che ci impiega il server a rispondere alle tue richieste) e totale mancanza di lag (ovvero di ritardo nelle azioni);
  • ottima qualità delle videochiamate, con un’immagine fluida e chiara e nessun problema di audio.

Qual è la differenza fra Fibra Ottica e ADSL? 

 

  • Le differenze fisiche dei cavi di connessione sono alla base delle diverse caratteristiche di una connessione di tipo ADSL Fibra Ottica. Come abbiamo detto, infatti, il cavo ADSL è costituito da rame e viene chiamato doppino mentre quello in Fibra Ottica è costituito da sottili filamenti in fibra di vetro e consente spostamenti di dati maggiori e più veloci.
  • Infatti, la velocità massima di download che si può raggiungere con una connessione ADSL è di 20Mbit/s e di 1Mbit/s in upload. Con la Fibra Ottica, nei Comuni in cui questa arriva direttamente nelle abitazioni (fibra FTTH), si possono raggiungere fino a 1 Gigabit in download. Dove invece la fibra arriva fino all’armadio stradale (FTTC), la velocità di download arriva a 300 Mbit/s200 Mbit/s o 100Mbit/s.
  • Fino a un po’ di tempo fa c’era anche una netta differenza economica tra l’ADSL e la Fibra Ottica. Le offerte per la seconda, infatti, presentavano tariffe più alte, tenendo così lontani molti utenti potenzialmente interessati. Col passare del tempo, però, la situazione è migliorata grazie all’avanzamento della tecnologia e all’aumento della domanda e della concorrenza sul mercato.
  • Ad oggi, la connessione fibra ottica viene generalmente fornita dai provider a condizioni economiche vantaggiose sia per l’attivazione che la gestione. Questo vale anche per le soluzioni internet casa più innovative come ad esempio la Fibra Ottica 1 Giga che prevede di solito un prezzo scontato per i primi 12 mesi e successivamente un piccolo costo extra sul canone mensile rispetto alla classica connessione in Fibra.

Velocità di navigazione: da cosa dipende

 

I fattori che possono influenzare negativamente le performance della tua connessione a internet tramite Fibra si possono suddividere sostanzialmente in tre categorie:

fattori dovuti all’hardware: ad esempio un PC datato o un sistema operativo obsoleto;

fattori dovuti al software: come ad esempio la presenza di software malevoli, troppi dispositivi connessi oppure semplicemente troppo traffico in quel momento su quel particolare sito;

fattori strutturali: cioè quelli che riguardano il nostro impianto, come ad esempio la lunghezza e la qualità del doppino di rame.

Le prime due categorie sono indipendenti dalla tecnologia di connessione, a differenza della terza che è strettamente legata ad essa e può influire pesantemente sulla sua performance.

È bene sottolineare il fatto che, anche in presenza di connessione in Fibra Ottica, parte del collegamento potrebbe essere costituito da doppino in rame e influire così sulla velocità di connessione. Bisogna infatti distinguere tra diverse tecnologie di connettività:

l’ADSL con il doppino in rame;

la Fiber to the Cabinet (FTTC): ibrida fibra ottica + doppino in rame;

la Fiber to the Home (FTTH): connessione interamente con Fibra Ottica.

FTTC e FTTH: cosa sono e quali sono le differenze

Attualmente la fibra ottica è impegnata in due diverse tipologie di trasmissione dati, quelle identificate dagli acronimi:

FTTH, Fiber to the home

FTTC, Fiber to the cabinet

 

Partiamo dalla cosiddetta FTTH (Fiber To The Home), che potremo definire anche la fibra ottica per l’eccellenza: in questo caso la connessione in fibra arriva dalla centrale direttamente in casa o in ufficio, senza interruzioni, blocchi o cambiamenti di linea. La FTTH permette di avere prestazioni molto alte e una grande stabilità. In alcune città è già possibile navigare in FTTH fino ad una velocità di ben 1 Gigabit al secondo in download e 200 Mbps in upload (se volete sapere cos’è l’Iperfibra, non è altro che una connessione in fibra ottica FTTH).

 

La FTTH è la fibra ottica che ha generalmente un costo maggiore e non sempre è possibile averla: solo alcuni Comuni, infatti, hanno delle infrastrutture in grado di garantire linee di questo tipo. In alternativa, però, è possibile sfruttare altri tipi di fibra per poter avere comunque una connessione Internet casa dalle ottime prestazioni.

 

La FTTC, o Fiber To The Cabinet, è sempre una connessione di fibra ottica ma differisce dalla FTTH per un aspetto molto importante: la rete in fibra dalla centrale arriva ad una cabina che si trova nelle vicinanze delle case e degli uffici dove è previsto l’utilizzo di questa tecnologia. Queste cabine, dette anche cabinet o armadi stradali, si trovano solitamente ad una distanza di 300 o 500 metri dalle abitazioni.

 

Ma come è possibile garantire la fibra se non viene raggiunto direttamente l’edificio? Con questa soluzione ciò è fattibile grazie all’uso del cavo in rame, che porta la connessione nell’ultimo tratto. La FTTC è una soluzione molto utilizzata sul mercato perché garantisce delle ottime velocità rispetto alle ADSL tradizionali, ha dei costi inferiori alla FTTH sia per le infrastrutture che per il cittadino, e non prevede lavori troppo lunghi per l’allaccio.

 

Attualmente troviamo sul mercato italiano delle ottime offerte in fibra ottica FTTC, disponibili in diverse città della penisola, con velocità massime che superano ormai anche i 100-200 Mega in download, a prezzi equiparabili a quelli che abbiamo per l’ADSL. Se siete raggiunti da questo tipo di tecnologia e volete spendere una cifra simile a quella che avete speso finora per un’offerta ADSL classica, prendete in considerazione la FTTC.

La fibra ottica in Italia

In Italia un grande impulso alla ricerca scientifica nel campo della fibra ottica è stato portato dal Centro Studi E Laboratori Telecomunicazioni (CSELT), un istituto di ricerca, chiuso nel 2001, molto attivo nel campo delle telecomunicazioni. Il CSELT è stato il principale centro di ricerca del settore in Italia e uno dei più importanti a livello europeo. Il suo quartier generale era a Torino e questo ha permesso alla città piemontese di essere la prima completamente cablata con rete ottica nel 1977.

Nel 1995 la SIP provò, con il Progetto Socrate, a portare la fibra ottica in tutto il territorio nazionale. Il progetto Socrate puntava a cablare 10 milioni di abitazioni attraverso l’uso di cavi coassiali come ultimo miglio e fibra ottica come dorsale, per diffondere servizi a banda larga tra cui la TV via cavo e internet. Dal punto di vista finanziario il progetto prevedeva un investimento da 13mila miliardi di vecchie lire. Le prime città ad essere cablate furono Bari, Venezia, Siena e San Gimignano, tutte città per le quali occorreva particolare attenzione dal punto di vista urbanistico. Il progetto Socrate naufragò per la convergenza di questioni finanziarie e tecnologiche (lo sviluppo della tecnologia ADSL). Quando il progetto fu chiuso nel 1997, erano già stati spesi 5mila miliardi di lire ed erano stati cablati 1,5 milioni di abitazioni dislocate in 64 città.

Un esperimento interessante che riguarda il nostro paese è il caso di Metrocore, una rete fibra ottica civica installata nel 2001 per collegare il CNR all’Università di Pisa. La rete era nata per scopi di ricerca ed era destinata all’impiego interno agli ambienti accademici. Ora, invece, ad essa sono allacciate anche la Questura, la Pretura e il centro abitato, che navigano a una velocità di circa 1 gigabit/secondo.
Metrocore è una rete fotonica (ovvero un insieme di nodi di trasporto e di nodi di accesso che si basa sulla trasmissione di fotoni e l’elaborazione dei segnali ad essi associati, ndr.) in fibra ottica che amplifica di circa 10 volte la banda disponibile, e in alcuni tratti raggiunge velocità intorno ai 10 gigabit al secondo poiché impiega la tecnologia WDM (Wavelength Division Multiplexing, uno dei meccanismi utilizzati nella comunicazione ottica). La velocità è paragonabile alla rete di Internet 2 che negli USA collega un centinaio di centri di ricerca a grandi società.

Su queste virtuose collaborazioni tra università e aziende, negli Stati Uniti si è costruito un modello di business al fine di recuperare il vantaggio competitivo che vedeva gli USA capofila della rivoluzione tecnologica agli albori di internet e perso con la diffusione del web.

Tornando al presente, la rete in fibra è già diffusa sulla maggior parte del territorio nazionale e il trend di crescita del nostro paese in questo settore è tra i primi in Europa. Nel 2018 6,3 milioni di abitazioni avevano accesso alla banda ultra larga. Questo testimonia che l’Italia sta puntando sull’innovazione e l’avanzamento tecnologico riprendendo un discorso interrotto una ventina di anni fa.

 

Ormai tutti i principali operatori telefonici italiani propongono offerte Fibra Ottica per navigare fino a 1 Giga in download, in base alla copertura raggiunta dal servizio nella tua zona di residenza. Con il nostro comparatore puoi confrontare le offerte Fibra Ottica più convenienti e farti così un’idea dei prezzi, per poi attivare quella che fa più al caso tuo.

Per scoprire qual è la tariffa migliore per te, ti basta raggiungere la nostra pagina di confronto offerte internet, inserire i tuoi dati e selezionare la soluzione più adatta alle tue esigenze di navigazione. Se lo desideri, potrai anche chiedere di essere ricontattato gratis e senza impegno da un nostro operatore, che risponderà a tutte le tue domande e ti aiuterà ad attivare l’offerta prescelta.

Pin It on Pinterest